by
on
under 2016
Permalink

N 2/2016 INTIMITA’

MAREA_02_2016giugno_Intimita_CopertinaFBChe numero particolare questo che avete tra le mani: la parola sulla quale ci soffermiamo è, infatti, intimità.

qui sommario e un articolo

Curioso come la sfera dell’intimità sia collegata (culturalmente) principalmente alla parte genitale del corpo: si allude, nella moda, all’intimo, quando si parla di mutande e, per chi lo porta, al reggiseno. Ma si dimentica che questi indumenti sono prima di tutto i più prossimi alla pelle, che è il territorio dell’intimità. Il senso del tatto è, insieme al gusto, quello più intimo, sensuale e masturbatorio. Il godimento è un processo a due sensi: toccare e essere toccate/i è, oltre al linguaggio e alla comunicazione verbale, il modo animale e quindi anche umano per intrecciare e costruire una relazione. Ne ha scritto in modo sorprendentemente ricco di dettagli e informazioni Diane Ackerman nel suo Storia naturale dei sensi, evidenziando che “la pelle si frappone tra noi e il mondo. Pensateci un attimo e vi accorgerete che è l’unica parte di noi a contatto con qualcosa di non nostro. Ci imprigiona, ma ci dà anche forma, ci protegge dagli intrusi, ci raffredda o ci scalda secondo le necessità del momento, produce vitamina D, trattiene i fluidi corporei”.

Ackerman ricorda la riflessione dello studioso Frederick Sachs, che nel suo The science afferma: “Il tatto è il primo senso che si accende e spesso l’ultimo che si spegne: molto tempo dopo che gli occhi hanno cominciato a tradirci le mani si mantengono fedeli al mondo. Descrivendo una dipartita diciamo spesso che chi sta morendo perde il contatto con la realtà.” Dal tocco fugace alle carezze della passione la pelle è la mappa del piacere e della conoscenza, intima con se stesse/i e intima con l’altra/o da noi, e il resto del mondo. Come sta cambiando, con l’era digitale, il senso dell’intimità, e quindi come stanno mutando le relazioni? Stiamo guadagnando o perdendo? Lo scoprirete speriamo, scorrendo le nostre pagine. Buona lettura.

Monica Lanfranco www.monicalanfranco.it